Giorgio Chiarcos, friulano, risiede e lavora a Trento dal 1998.

Consegue il Diploma di Maturità d’Arte Applicata nella Sezione di Arte dei Metalli e dell’Oreficeria.

Chiarcos abbina alla funzione decorativa un valore culturale dato dalle tecniche e dalle forme essenziali che apparentano il gioiello alle forme dell’arte contemporanea. La preziosità non dipende solo dal materiale, ma dall’intervento dell’autore, dal saper comunicare la propria visione dell’arte e della vita. Oggetti inaspettati, preziosi e non preziosi. Le sue opere raccontano di armonie e contrasti, gioielli dalle lamine corrose, grezze, talvolta superfici morbide, dove l’oro e l’argento, il ferro e lo smalto sono protagonisti. Una continua sfida, una provocazione per plasmare la materia come un moderno alchimista. Ha collaborato con diverse gallerie d’arte e del gioiello contemporaneo in Italia ed all’estero. Ha ottenuto importanti riconoscimenti e pubblicazioni a livello nazionale ed internazionale.

 

 

Collezioni

 

1988   Museo Statale Artistico e Architettonico dei Palazzi e dei Parchi di S. Pietroburgo

2006   bottiglia – gioiello per Ferrari F.lli Lunelli di Trento

 

Premi

 

1997   1° Premio Friuli d.o.c.  Udine

2000   3° Premio  Arte Orafa    Udine

2001   1° Premio Internazionale “Internova“  Bolzano

2002   2° Premio Arte Orafa   Udine

2002   2° Premio Trentino Art  Trento

2006   1° Premio  Arti Giano 2006    Trento

 

BIBLIOGRAFIA    

 

l’orafo italiano, 1997-1999| Vogue gioielli, 1997 | Italian Gold Magazine, 1997 | Schmuck, 1998 - 2000 | Alto Adige, 1999 - 2000 - 2001 | Artigianato di Ugo La Pietra, 2000                              

AD (Architectural Digest), 2000 | Artigianato Artistico, 2000 | “L’acqua dura”, 2000  (Ass. La corte ) | Gold Magazine,  2001 - 2002 | il Mattino, 2001 | Jewelry,  2001|

Catalogo Internova Premio Internazionale Altoatesino, 2001| Arte e Design, 2002 Comune  

di Trento | La mia casa, 2003 |Arte y joya, 2003 - 2005|Per vino e per segno, 2003  (P. Menon - etichetta d’autore per Cantine Hofstätter) |Class Living, 2004 | Meridiani, 2006 Dizionario del gioiello italiano del XIX e XX secolo, 2006  (Allemandi ) |il Trentino, 2006                              

Premio Artigiano, 2006  (Prov. Aut. di Trento) |Gioiello italiano contemporaneo, 2007(Skira)

Gioielli Contemporanei, 2007 CNA Trieste | L’arte del fare, 2008   (Prov. Aut. di Trento)

Storia dell’oreficeria in Friuli, 2008 (Skira) | Juliet Jewellery Magazine, 2008 |                            

The Compendium Finale of Contemporary Jewellery, 2008  (Darling Publications)

Sello 1959-2009 Istituto Statale d’Arte di Udine, 2011  (Forum Editrice Udine) |                        

“scatto fisso”, 2013  (Prov. Aut. di Trento) | “gioielloinarte”, 2013  (Gangemi Editore)

“La mano, arto, arte, artefatti”, 2013  (Codice edizioni – MUSE)

 

 

PRINCIPALI ESPOSIZIONI

 

Galleria Totem - Il Canale,  Venezia | Agalma,  Milano | Galleria Traghetto,  Venezia

Galleria Del Monte,  Ischia | Galleria Marcolongo,  Padova | Galleria Alternatives,  Roma

Galerie d’Art Orfeo,  Luxembourg | Villa Pisani,  Stra’ | Galleria  Maria Pia Munzi,  Verona

Gallery of Kyoto traditional arts & crafts,  Kyoto |Galleria Stagni,  Trieste

Galleria L’isola,  Trento |Galeria Tereza Seabra,  Lisbona |The David Collection,  New York

Palazzo Valmarana,  Vicenza | Castello Sforzesco,  Milano |Kunstgewerbemuseum,  Berlino

Museo d’Arte Moderna “Ugo Carà”,  Trieste |Museo d’Arte Orientale di Roma,  Roma

Museo di Arti Decorative Pietro Accorsi,  Torino |Galleria Polin,  Treviso

Galerie Carl Weisheit P13 München

Palazzo Assessorile,  Cles (Tn) |Università e Nobil Collegio di S. Eligio degli Orefici,  Roma

Palazzo Roccabruna,  Trento |MUSE Museo delle Scienze,  Trento

 

CRITICA

 

Far integrare materiali di natura diversa è una delle peculiarità del suo lavoro (), il fondo di una lattina d’alluminio con l’impressione della data di scadenza viene recuperato e montato a spilla con oro bianco e giallo, mettendo in discussione i tradizionali concetti di “preziosità” e “permanenza”.                          

Maria Cristina Bergesio

 

I gioielli di Giorgio Chiarcos: sculture da indossare () abbina alla funzione decorativa un valore culturale dato dalle tecniche e dalle forme essenziali che apparentano il gioiello alle forme dell’arte contemporanea. La preziosità dipende non solo dal materiale, ma dall’intervento dell’autore, dal sapere comunicare la propria visione dell’arte e della vita.                                                                            

Gabriella Bucco

 

Giorgio Chiarcos, udinese di nascita, trentino di adozione, crea nel proprio laboratorio pezzi unici accostando oro, argento e alluminio, giocando allo scambio tra elementi per studiare i loro effetti decorativi più strani. Alchimista della materia che si diverte a mescolare realtà e finzione.                                

Fiorenzo Degasperi

 

() lavora il metallo e forgia segmenti preziosi () L’oggetto scopre allora la propria unicità attraverso una forza di armonie e di contrasti che si fanno singolari nei preziosi modellati che appaiono come sculture, a volte incise.      

Giovanna Nicoletti

 

() Pochi artisti raggiungono la concentrazione necessaria per esprimere, nel minimo, il massimo dello stupore che la nostra esistenza continuamente ci offre, purché sappiamo osservarla nel modo giusto, nel disincanto essenziale di una bellezza che si raggiunge solo nell’estrema semplicità.                       .                                    

Luigi Serravalli  

 

Orgogliosa autonomia da tutti i riferimenti estetici del passato e del presente: le creazioni preziose di Giorgio Chiarcos sono inconfondibili non per la ripetizione di un codice espressivo o per cristallizzazioni stilistiche ma per la perfetta combinazione di diversi elementi.                                                                    

Monica Salvestrini                                                                                  

 

Giorgio Chiarcos, un demiurgo fra provocazione e poesia () Talvolta l’orafo incide segni chiaroscurali scavando nel metallo come si trattasse di una pagina aperta, talaltra intona ritmi sonori intercalando piccole lamine metalliche di qualità e cromia differente come fossero note dissonanti impresse su di un atipico, rudimentale, arcaico spartito musicale.                                                      

Alessandra Quattordio                                                  

 

Come ogni artista vero ha un suo stile inconfondibile, tutti i suoi pezzi sono originali ed unici (). E’ schivo e modesto al limite dell’umiltà, ma ricco di orgoglio e dignità. Non riconosce vincoli nell’arte come nella vita (). Le sue opere sottintendono sempre un dolore esistenziale davanti al mistero che ci circonda, ma esprimono sempre l’amore per la vita e la bellezza che la sua arte orafa più di ogni altra cosa ha la capacità di eternare.                                                              

Vincenzo Iannuzzi

 

 

inglese-mini Italy_flag

GIORGIO CHIARCOS

GIOIELLI CONTEMPORANEI

 

Giorgio Chiarcos - Kifra | Vicolo dell'Adige, 13 | 38122 Trento Italia tel.fax +39046198348

orario studio: 9.30 - 12.30 | 15.30 - 19.00 lunedì chiuso

kifra@kifra.191.it